Gianluca Russo
Biografia

Gianluca Russo è nato a Nardò (Lecce) nel 1976, nel 2003 si laurea all’Accademia di Belle Arti di Lecce, già nei suoi primi lavori in accademia chiariva quello che sarebbe diventato il tema ricorrente di tutto il suo lavoro, la dualità e il doppio, analizzato nel tempo in tutte le sue molteplici implicazioni, dalla clonazione all’identità doppia dei gemelli, alle problematiche dell’emigrazione, alla serialità, alla visione simmetrica, al naturale e all’artificiale. Dal 2005 al 2008 si trasferisce a Milano dove partecipa a diverse mostre personali e collettive e al Workshop The Artist as Curator and the Curator as Artist, con Jens Hoffmann, al  NABA-Milano.  Nel 2009 ritorna a Lecce dove attualmente vive e lavora utilizzando svariate tecniche espressive come la fotografia, la pittura, la scultura e il video.
Nel 2014 apre a Nardò (LE) lo studio Contemporary Tattoo – Art Gallery.

Tra le mostre personali, nel 2008 a Milano, Sex and Twins alla Galleria Antonio Battaglia, a cura di Alessandra Redaelli,  nel 2004 a Nardò (Le), Twins & Twins, alla Galleria Osanna, a cura di Toti Carpentieri. 

Tra le mostre collettive, nel 2011, Italia-Israele, I sensi del Mediterraneo, Fondazione Hangar Bicocca-Milano, Villa Durazzo-Santa Margherita Ligure, (GE), Enav Cultural Center,

Tel Aviv-Yafo, Israele, a cura di Martina Corgnati. Un’altra storia, Arte italiana dagli anni Ottanta agli anni Zero, Ex chiesa di San Carporforo-Milano, Spazio Sansovino Arte Contemporanea-Torino, a cura di Edoardo di Mauro. Contrappunti visivi, Fondazione Palmieri, Lecce, a cura di Luciana Palmieri e Lorenzo Madaro. Illuminando Lecce-Lumina Terrae, ex Conservatorio di Sant’Anna (LE), a cura di Ilaria Caravaglio e Chiara Miglietta. Obiettivo mediterraneo Italia-Turchia dialogo tra culture diverse, Identità e paesaggio, Castello Carlo v, Lecce, a cura di Dores Sacquegna e Emine Tokmakkaya.

Nel 2010, Supermegadrops 6, CRAC-Centro Ricerca Arte Contemporanea, Cremona, in collaborazione con Careof/DOCVA di Milano, a cura di Mario Gorni.

Nel 2009, Movimentazioni, Palazzo Ducale-Spazio Dogana, Genova, a cura di Martina Starnini.

video.it-Un ponte sul Mediterraneo, Fondazione Merz-Torino, Zo-Catania, Casa del cinema-Roma, Triennale di Milano, a cura di Francesco Bernardelli, Mario Gorni, Paola Nicita, Cristiana Perrella, Francesco Poli.

Nel 2008, BAC! 08, Barcelona International Contemporary Art Festival, Centro de Cultura Contemporànea de Barcelona (CCCB), Spagna.

Narciso e il suo doppio, Galleria Primo Piano LivinGallery, Lecce, a cura di Dores Sacquegna. 

Nel 2007, Quotidiana 2007, Cattedrale ex Macello, Padova, a cura di Guido Bartorelli, Teresa Iannotta, Stefania Schiavon.

Nel 2006, La torta della sposa, Galleria Klerkx, Milano.         

Portrait of the artist into the objective-omaggio a Nam June Paik, Castello dell’Acciaiolo, Scandicci (FI), a cura di Pietro Gaglianò.                           

Nel 2005, 89.ma mostra collettiva, Galleria di Piazza S. Marco,  Fondazione Bevilacqua la Masa, Venezia, a cura di Stefano Coletto e Marinella Venanzi, presidente Angela Vettese.